a
Il Portale del Tè e degli infusi in Italia

Londra – Brexit – Agli stranieri viene offerto il Tè

“Supporto psicologico per gli stranieri che vivono a Londra.. e una tazza di Tè”

Brexit, “in Irlanda del Nord licenziamenti già iniziati. La domanda per gli stranieri è crollata all’improvviso: le vittime sono i più deboli”

Tra gli europeisti, come ad esempio il gruppo dei Socialisti e Democratici all’Europarlamento, c’è comunque la convinzione che l’uscita di Londra rappresenti solo un passaggio in un contesto storico particolare, ma che un giorno Uk e Unione torneranno a unirsi: “Non è un addio, è un arrivederci”, hanno detto agli eurodeputati britannici. “No, no, no, non torneremo, questo è il punto di non ritorno”, ha replicato Farage. Intanto, il sindaco di Londra, Sadiq Khan, europeista convinto e contrario all’uscita del Regno dall’Unione, ha deciso di aprire le porte del municipio della capitale britannica a tutti gli europei che vivono a Londra: il 31 gennaio verranno offerti “consulenza legale gratuita e supporto psicologico“, ma anche una tazza di tè e dolci a chi si recherà a City Hall. In un post sui social, Khan scrive: “Sto facendo tutto quel che posso per sostenere gli europei londinesi attraverso la Brexit. Il 31 gennaio, il Municipio aprirà le sue porte agli abitanti di Londra, in solidarietà con i nostri amici europei, con assistenza legale gratuita e conforto psicologico. Fate girare tra i vostri amici europei”. Sul sito del Comune si legge poi che “il Regno Unito potrà anche lasciare l’Ue il 31 gennaio, ma Londra resterà una città europea globale, aperta al mondo”. Tra le 17 e le 20, esperti legali di immigrazione daranno in particolare indicazioni agli europei residenti nella capitale su come chiedere il settled status (il permesso di soggiorno permanente).

Condividi:
Giudica quest'articolo
Autore
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.