a
La prima piattaforma multimediale italiana sul Tè

Bustine di Tè riciclate…ad arte!

Anche le bustine di Tè possono essere riciclate, ad esempio per creare il diffusore di una lampada.

Girando per fiere per presentare il Tè, ci siamo imbattuti in questa opera e ve la presentiamo.

L’idea è venuta a Christine Deforges, parigina che da anni vive e lavora vicino a Milano. Le sue opere sono caratterizzate da intrecci e trame molto ricercate. Arazzi, tende, lampade e complementi non sono realizzati con alcun tipo di filato, bensì con la carta, e per la precisione con le bustine del tè. Una qualità di carta morbida e vellutata che, lasciata bianca al naturale o intinta nella bevanda, restituisce negli intrecci e nelle composizioni la sensazione tattile di un tessuto.

lampada_bustine_te

I pezzi unici di Christine sono il frutto di un lavoro manuale di assemlaggio di strisce di carta cucite insieme con ago o uncinetto, incollate oppure collegate con anellini in metallo. Un esempio del suo lavoro è Feronell (nell’immagine sopra), lampada da terra prodotta e commercializzata da Oltremondano. La base è in filo di ferro brunito, mentre il diffusore è costituito da bustine di tè infuse, sapientemente unite in texture dalla sua creatrice.

Condividi:
Giudica quest'articolo

Questo contenuto è stato aggiunto dalla nostra redazione. L'autore è citato, qualora fosse presente alla fonte, nell'articolo stesso. Leggi il disclaimer in fondo sulla destra della pagina accanto alla dicitura - Copyright Infothe 2016 - e se per qualsiasi motivo volessi chiederci la revisione dell'articolo scrivici tramite il tasto "contattaci" spiegandoci le motivazioni.

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.