a
Il Portale del Tè e degli infusi in Italia

Farmacista di montagna – Le erbe del Dottore

Timo, lavanda, calendula, stella alpina e issopo coltivati in modo biologico, ma anche miele e olio di noci: ecco gli ingredienti dei fitocosmetici del valdostano Andrea Nicola, realizzati con le più avanzate tecnologie ma senza derogare alla bio-sostenibilità

ENTRANDO NELL’ORTO SPERIMENTALE OFFICINALE DI ANDREA NICOLA, SOTTO LE MURA ROMANE E I CAMPANILI DELLA CATTEDRALE DI AOSTA, CON LE ALPI SULLO LO SFONDO, NON PUÒ CHE SCATTARE in mente la mistica duecentesca Ildegarda di Bingen: se chiudi gli occhi sei nel suo monastero in Renania, ne percepisci i profumi delle erbe e le divine armonie della musica che lei componeva.

Questo giardino, visitabile su appuntamento, è il sogno, realizzatosi, del farmacista, ma anche alchimista, valdostano di terza generazione: circa 400 metri quadri che ospitano una trentina di varietà di piante officinali alpine. Qui respiri la «viriditas» ildegardiana, quel vigore fresco, quell’energia che anima la vita e che dà origine al colore verde. Qui batte il cuore dell’opera d’arte denominata Dott. Andrea Nicola: una linea di fitocosmetici naturali da piante di montagna che punta sempre più nella direzione della sostenibilità.

Innanzitutto, le ricette dei prodotti non contemplano parabeni, coloranti, siliconi, petrolati, tensioattivi chimici e poli-etilen-glicoli. La base è costituita da piante coltivate in modo biologico nella regione: in particolare la calendula, una pianta eccezionale per la cute, dalle proprietà reidratanti, rigeneranti, cicatrizzanti, lenitive, che favorisce i processi di riepitelizzazione; la stella alpina, il fiore-simbolo della montagna, che cresce fra oltre i 3mila metri di altitudine, è ricca di antiossidanti e potenzia la resistenza della pelle ai fattori di stress esterni; il timo della Valle d’Aosta, particolarmente ricco di fenoli a elevato potere antiossidante, tannini e flavonoidi; l’issopo ha proprietà spiccate per la pelle, è antibatterico, antisettico e svolge un’intensa azione antinfiammatoria e antiossidante; l’imperatoria nella tradizione popolare valdostana è considerata il «rimedio assoluto, veniva utilizzata per diversi disturbi (nonché per la preparazione di liquori e persino per aromatizzare formaggi), ha proprietà cicatrizzanti e riepitalizzanti e svolge un’intensa attività riparatrice; e ancora il miele e l’olio di noci.

Non solo tradizione, ma anche la tecnologia più avanzata: i principi attivi vengono carpiti a temperatura controllata grazie al Naviglio estrattore nel suo laboratorio, l’Atelier des Idées, in via Monsignor de Sales, uno strumento innovativo che permette di ottenere un’estrazione completa di tutte le componenti della pianta evitando lo stress termico. Una ricerca della qualità che si riflette anche nella scelta del packaging: innanzitutto la confezione dei prodotti è una sola, quindi un flacone senza la classica scatoletta, ed è in pet, riciclabile così come l’etichetta, la quale anziché dover essere buttata tra i rifiuti indifferenziati può restare tranquillamente al suo posto. I vasetti invece sono in vetro, con tappo in alluminio.

Al progetto, dato che anche l’estetica conta, a maggior ragione per un arbiter elegantiarum come Andrea Nicola, ha dedicato un’opera l’artista internazionale Piero Gilardi, da sempre impegnatonell’ecologia: si chiama Armonia della natura, e sull’onda dei propri Tappeto natura, raffigura mortaio, bilancino, calendula, timo e un pisello, simbolo di Green Pea, progetto di cui fra poco diremo. «Un messaggio raffinato, colto», spiega Nicola: «nelle nostre pubblicità non facciamo vedere le classiche forme femminili, né sbandieriamo fantomatici “risultati in dieci giorni’». Su questa lunghezza d’onda si sintonizza anche uno degli ultimi prodotti lanciati dal farmacista esteta, non cosmetico bensì gastronomico: CioccolaTimo, ossia dei cioccolatini di Guido Gobino ripieni dell’amaro a base di erbe di montagna Opthymus Elixir. La confezione è stata decorata con l’affresco quattrocentesco del castello di lssogne, che raffigura anche lo «speziale». Una particolare attenzione creativa è stata posta anche alla scelta dei nomi dei vari prodotti della linea fitocosmetica: «Senza mai rinunciare al rigore scientifico, abbiamo scelto nomi suggestivi ed evocativi anche sul piano emozionale», prosegue Andrea Nicola. Dal fluido di giovinezza contorno occhi Esigente alla crema viso di idratazione intensa Radiosa, quella per le mani Estrema, al detergente liquido per le mani Essenziale, al bagno doccia rivitalizzante Vibrante, allo shampoo Quotidiano. «Il filo conduttore è stato il riferimento alla leggerezza espresso nel Manifesto programmatico del progetto Green Pea di Oscar Farinetti».

Green Pea è un centro inaugurato lo scorso dicembre a Torino che comprende sei negozi, un museo, tre punti ristorazione, una piscina, una spa e un club, il cui motto è «From duty to beauty»: anche qui potete trovare questi fitocosmetici.

Un progetto che è in sintonia ideale con la filosofia che da sempre caratterizza le scelte di Nicola, basate su prodotti contemporanei creati in accordo con la natura: per questo i suoi fitocosmetici di montagna sono entrati con entusiasmo nel gruppo dei Producers PeaClub, aziende che operano nel segno del rispetto, della verità e dell’onestà, e vedono l’associazione dei due loghi. Viriditas italiana che, si spera, porterà in futuro il proprio messaggio nel mondo intero.

Questo era solo un piccolo assaggio di tutto quello che scopriremo insieme mercoledì sera, quindi, come sempre, vi invito a seguirci in questo viaggio alla scoperta delle piante medicinali di montagna

Pagina dove è possibile vedere la diretta senza account Facebook, da condividere con gli amici senza social: http://www.infothe.it/tea-talk-video-rubrica-tea/

Il gruppo Italiano di discussione sul Tè: “Il Tè, le piante aromatiche e le loro alchimie”

La pagina Facebook di MondoThè dove si possono seguire la LIVE: https://www.facebook.com/MondoThe

APP italiana del Tè: http://www.infothe.it/tea-talk-video-patreon-app/

Rubrica di Erboristica e Infusi a cura di:

Simone Ambrogio

Studente di Tecniche Erboristiche presso l’Università di Torino

Settore di competenza: piante officinali

Mi interessa il mondo vegetale con tutte le sue sfumature. Mi piacerebbe lavorare in questo settore e contribuire a diffondere le conoscenze a più persone possibili, promuovendo uno stile di vita sano. Sono un musicista e ho aperto da poco una pagina instagram chiamata “Plants in music”, per promuovere la conoscenza delle piante officinali e di tutto ciò che può influenzare il benessere delle persone, utilizzando la musica come strumento per coinvolgere maggiormente le persone.

Scrivimi sulla mia pagina instagram di quali piante vorresti che io ti parlassi nei miei articoli

Pagina Instagramhttps://www.instagram.com/simone.ambrogio/

Condividi:
Giudica quest'articolo
Autore
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.