a
La prima piattaforma multimediale italiana sul Tè

Ogni giorno milioni di persone si svegliano per il…Tè

Ogni giorno milioni di persone si svegliano per il…Tè. Molti lo degustano per svegliarsi ed iniziare la giornata con una bevanda sana, molti altri per produrlo e commerciarlo,  sostentando così le proprie famiglie.

Si stima che in Cina vi siano 80 milioni di coltivatori, in Kenya 3 milioni ed in India 1 milione, cifra che può addirittura raddoppiare con i lavoratori stagionali.

La realtà dei coltivatori di tè si divide principalmente in 2 differenti moduli di produzione:  piccoli appezzamenti e grandi piantagioni. Le grandi piantagioni dispongono di fabbriche di lavorazione mentre i piccoli coltivatori  devono vendere a fabbriche od ad altri produttori per terminare la lavorazione del loro raccolto, accettando prezzi instabili e spesso bassi. Questo problema è particolarmente sentito in Sri Lanka ed in Kenya. I piccoli agricoltori sono sottoposti a grandi pressioni per poter reggere il confronto del grande mercato del tè, mentre i lavoratori delle grandi piantagioni vivono quotidianamente una dura realtà: dipendono dai datori di lavoro per l’approvvigionamento idrico, l’istruzione e le cure mediche inoltre ricevono salari bassi. Quest’ anno  un clima molto instabile ha causato ancor più incertezze nel mondo della produzione del tè.

Condividi:
Giudica quest'articolo

Questo contenuto è stato aggiunto dalla nostra redazione. L'autore è citato, qualora fosse presente alla fonte, nell'articolo stesso. Leggi il disclaimer in fondo sulla destra della pagina accanto alla dicitura - Copyright Infothe 2016 - e se per qualsiasi motivo volessi chiederci la revisione dell'articolo scrivici tramite il tasto "contattaci" spiegandoci le motivazioni.

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.