a
La prima piattaforma multimediale italiana sul Tè

Spaghetti semintegrali a sugo rosso “finto pomodoro”

Bentornati!

oggi vorrei condividere con voi questo sugo,  il nostro “finto pomodoro” , che stupisce ed impressiona sempre per la sua somiglianza al “vero pomodoro”, che dovrebbe essere  limitato nella nostra dieta.

I colori, in cucina come nel tè, sono molto importanti sia perché la vista è il primo organo di senso che incontra qualcosa di esterno a noi, e quindi un piatto colorato è in generale molto più gradito, sia perché ogni colore porta con sé delle caratteristiche nutrizionali ed energetiche che sono molto interessanti per la nostra salute.

Nella cucina di  LUMEN utilizzo spesso la barbabietola rossa perché è ottima per la sua dolcezza e anche perché, in piccolissime quantità, questo ortaggio conferisce uno spettacolare colore amaranto che riempie il cuore.

Ideale per colorare risotti, paste fresche e condimenti si può anche utilizzare come ingrediente nella produzione di estratti freschi di frutta e verdura, il modo migliore per godere anche delle sue notevoli sostanze benefiche: fibre, sali minerali e vitamine.

Immagina, dopo un tardo pomeriggio passato con degli amici e sorseggiare un delizioso Tie Guan Yin, preparato rigorosamente con metodo Gong Fu Cha, di poterli deliziare con una spettacolare e golosa spaghettata servita magari nei tumbler

…a presto

Giacomo

 

Spaghetti  semintegrali a sugo rosso “finto pomodoro” (per 5 persone)

Ingredienti

400 gr di spaghetti semintegrali

250 gr di cipolle dorate

250 gr di carote

120 gr di barbabietola rossa cruda

50 ml di acidulato di umeboshi

qb di olio extra vergine di oliva

qb di sale marino integrale

qualche foglia di basilico per guarnire

 

Realizzazione

 

In una pentola a pressione fai rosolare la cipolla e la carota con l’olio, poi aggiungi le barbabietole rosse tagliate a piccoli cubetti, aggiungi il sale, l’acidulato di umeboshi e versa acqua fino a coprire gli ingredienti con almeno un dito, metti il coperchio e porta il tutto in pressione. Lascia cuocere per mezzora dal momento del fischio, a fuoco basso. Togli pressione alla pentola, lasciando sfiatare completamente la valvola, e a questo punto frulla il sugo ottenuto.

 

Rimetti il sugo sul fuoco qualche minuto, per riamalgamare i sapori.

Il classico “sugo rosso” rivisitato in versione leggera e salutare

Intanto cuoci la pasta in abbondante acqua ben salata e scolala al dente. Fai saltare la pasta in padella aggiungendo un filo d’olio e guarnisci il piatto con le foglie di basilico.

Puoi usare anche la barbabietola già cotta, che si trova in commercio più facilmente. La quantità rimane la stessa, e anche il procedimento e il tempo di cottura del sugo. Sarà sufficiente un tegame con il coperchio, invece della pentola a pressione.

 

Buon Appetito

Giacomo

Condividi:
Giudica quest'articolo

Questo contenuto è stato aggiunto dalla nostra redazione. L'autore è citato, qualora fosse presente alla fonte, nell'articolo stesso. Leggi il disclaimer in fondo sulla destra della pagina accanto alla dicitura - Copyright Infothe 2016 - e se per qualsiasi motivo volessi chiederci la revisione dell'articolo scrivici tramite il tasto "contattaci" spiegandoci le motivazioni.

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.