a
Il Portale del Tè e degli infusi in Italia

Ma quanto costa il tè in Cina?

a cura dell’Associazione Italiana Tè & Infusi (AssoTè Infusi)

La pianta del Tè, originaria della Cina del Sud, era conosciuta fin dai tempi più antichi (già 200 anni prima di Cristo) dalla medicina e dalla botanica cinesi, e prima di diventare una bevanda il Tè era una medicina.

Solamente nell VIII secolo d.C. in Cina (in epoca Tang) venne codificata la prima Cerimonia del Tè della storia e la magica bevanda venne ben presto introdotta nel regno della poesia come uno dei divertimenti eleganti.

 

Se non lo hai ancora visto leggi l’articolo sulla storia della cerimonia del Tè – Clicca Qui

 

La Cina è oggi il primo Paese al mondo per la produzione di tè e l’unico dove sono prodotte eccellenze in tutte e sei le tipologie. La maggior parte del tè prodotto in Cina è tuttavia destinato al mercato interno, che annovera il più alto numero di esperti e di appassionati al mondo di questa antica bevanda.

 

Se non lo hai ancora visto leggi l’articolo sui colori del del Tè – Clicca Qui

 

Ma quanto costa il tè in Cina?

 

“Tanto” è la risposta di Marco Bertona, massimo esperto italiano sulla materia, e unico occidentale ad avere ottenuto la certificazione statale di Tea Taster rilasciata dal Ministero delle Risorse Umane (MOHRSS) cinese.

“Ovviamente ci sono anche tè a buon mercato”, precisa Bertona. “Molto dipende dalla qualità del tè, che è determinata, tra gli altri, dalla materia prima utilizzata e dalla sua provenienza, dalle tecniche colturali e dai metodi produttivi e, per alcuni di essi, a seconda dei casi, dall’invecchiamento o dalla freschezza (ossia il tempo che è trascorso tra il momento del raccolto e quello del consumo n.d.r.).”

“Per capire il mercato del tè in Cina” continua il professor Bertona, grande conoscitore dei tè cinesi, per questo invitato spesso in Cina come giudice nelle loro gare di assaggio, “dobbiamo pensare al mondo del vino qui in Italia. Abbiamo i ‘vini da tavola’, che hanno un prezzo e un mercato. Poi ci sono i vini tipici a denominazione di origine e poi, per alcuni di essi, abbiamo i cru, i premier cru, i gran cru, i cuvée e ancora vini con menzioni quali classico, riserva, superiore. Tutti vini, questi, sicuramente per intenditori e appassionati, destinati ad un mercato che può e che vuole spendere per vini di qualità sempre superiore. La stessa cosa vale per il tè in Cina. La patria del Tè”.

 

Questi tè, paragonabili dunque ai nostri grandi vini, sono reperibili qui da noi?

 

“I tè di altissima qualità hanno un valore di mercato troppo alto in Cina per poter entrare nei classici canali distributivi internazionali e giungere sino nei nostri negozi o nelle nostre sale da tè. E non mi riferisco solo al nostro Paese, ma al mercato occidente in generale. In altre parole, in Cina, dove c’è ancora oggi una forte tradizione e cultura del tè, ci sono consumatori – e tanti – che vogliono e possono spendere per tè di altissima qualità. Del resto è stata la loro bevanda nazionale per millenni”.

 

Ma quanto può costare un tè di qualità in Cina?

 

“Come dicevo i prezzi dei tè in Cina possono variare molto, così come per i nostri vini qui in Italia. A titolo esemplificativo vi riporto una gamma di tè commerciali di buona qualità, in foglia, di una nota azienda cinese, tra l’altro da poco premiata in Cina come una tra le 10 migliori aziende di tè cinesi del 2020. Un tè brandizzato dunque. Le confezioni vanno dai 30 ai 50 grammi l’una e il prezzo dei singoli tè oscilla tra i 40 e i 65 euro all’etto”,

Professore, ma ha parlato di questi tè da 40-65 euro all’etto, come di tè commerciali?

 

Fonte: Associazione Italiana Tè & Infusi (AssoTè Infusi)

Solamente nell VIII secolo d.C. in Cina (in epoca Tang) venne codificata la prima Cerimonia del Tè della storia e la magica bevanda venne ben presto introdotta nel regno della poesia come uno dei divertimenti eleganti.

 

Se non lo hai ancora visto leggi l’articolo sulla storia della cerimonia del Tè – Clicca Qui

 

La Cina è oggi il primo Paese al mondo per la produzione di tè e l’unico dove sono prodotte eccellenze in tutte e sei le tipologie. La maggior parte del tè prodotto in Cina è tuttavia destinato al mercato interno, che annovera il più alto numero di esperti e di appassionati al mondo di questa antica bevanda.

 

Se non lo hai ancora visto leggi l’articolo sui colori del del Tè – Clicca Qui

 

Ma quanto costa il tè in Cina?

 

“Tanto” è la risposta di Marco Bertona, massimo esperto italiano sulla materia, e unico occidentale ad avere ottenuto la certificazione statale di Tea Taster rilasciata dal Ministero delle Risorse Umane (MOHRSS) cinese.

“Ovviamente ci sono anche tè a buon mercato”, precisa Bertona. “Molto dipende dalla qualità del tè, che è determinata, tra gli altri, dalla materia prima utilizzata e dalla sua provenienza, dalle tecniche colturali e dai metodi produttivi e, per alcuni di essi, a seconda dei casi, dall’invecchiamento o dalla freschezza (ossia il tempo che è trascorso tra il momento del raccolto e quello del consumo n.d.r.).”

“Per capire il mercato del tè in Cina” continua il professor Bertona, grande conoscitore dei tè cinesi, per questo invitato spesso in Cina come giudice nelle loro gare di assaggio, “dobbiamo pensare al mondo del vino qui in Italia. Abbiamo i ‘vini da tavola’, che hanno un prezzo e un mercato. Poi ci sono i vini tipici a denominazione di origine e poi, per alcuni di essi, abbiamo i cru, i premier cru, i gran cru, i cuvée e ancora vini con menzioni quali classico, riserva, superiore. Tutti vini, questi, sicuramente per intenditori e appassionati, destinati ad un mercato che può e che vuole spendere per vini di qualità sempre superiore. La stessa cosa vale per il tè in Cina. La patria del Tè”.

 

Questi tè, paragonabili dunque ai nostri grandi vini, sono reperibili qui da noi?

 

“I tè di altissima qualità hanno un valore di mercato troppo alto in Cina per poter entrare nei classici canali distributivi internazionali e giungere sino nei nostri negozi o nelle nostre sale da tè. E non mi riferisco solo al nostro Paese, ma al mercato occidente in generale. In altre parole, in Cina, dove c’è ancora oggi una forte tradizione e cultura del tè, ci sono consumatori – e tanti – che vogliono e possono spendere per tè di altissima qualità. Del resto è stata la loro bevanda nazionale per millenni”.

 

Ma quanto può costare un tè di qualità in Cina?

 

“Come dicevo i prezzi dei tè in Cina possono variare molto, così come per i nostri vini qui in Italia. A titolo esemplificativo vi riporto una gamma di tè commerciali di buona qualità, in foglia, di una nota azienda cinese, tra l’altro da poco premiata in Cina come una tra le 10 migliori aziende di tè cinesi del 2020. Un tè brandizzato dunque. Le confezioni vanno dai 30 ai 50 grammi l’una e il prezzo dei singoli tè oscilla tra i 40 e i 65 euro all’etto”,

Professore, ma ha parlato di questi tè come di “Tè commerciali”?

 

Fonte: Associazione Italiana Tè & Infusi (AssoTè Infusi)

Seguici per rimanere informato

Gruppo italiano sul Tè, dove ogni settimana siamo in Live per parlare di Tè ed informare su tutte le novità ( https://www.facebook.com/groups/1951648738434150/ )

se siete interessati a seguirci ma non avete Facebook potete seguire le LIVE qui http://www.infothe.it/tea-talk-video-rubrica-tea/  il lunedì e il mercoledì alle 22

Condividi:
Giudica quest'articolo
Autore
Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.