a
La prima piattaforma multimediale italiana sul Tè

La Genziana nei testi antichi – Parte 3

ERBORISTERIA TRADIZIONALE di LUIGI GIANNELLI

Siamo lieti di annunciare che il Dott. Giannelli, massimo esperto erborista mediterraneo, collabora con MondoThè nella rubrica inerente gli infusi condividendo articoli che non possono essere reperiti  altrove in rete.

Questo è la terza parte dell’ articolo inerenti ‘La Genziana nei testi antichi’.

 

Santa Ildegarda di Bingen e Matteo Plateario

 

La foto è stata fornita dall’autore ed è stata scattata da lui stesso a Campo Catino (FR) durante un’escursione guidata da Marco Sarandrea.

Santa Ildegarda di Bingen

Ci serviremo dell’opera già altre volte citata, e stavolta mettiamo la versione completa del titolo in Italiano Libro delle Creature. Differenze sottili delle Nature diverse; titolo originale del testo Liber Subtilitatum diversarum Naturarum Creaturarum.

«La Genziana. È abbastanza Calda. Chi ha male al cuore come se il suo cuore facesse fatica a resistere, riduca in polvere della Genziana e la ingerisca in una bevanda: rafforza il cuore».

[a questo punto arriva la citazione aggiuntiva tratta dal testo conservato nella Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze]:«Il mal di cuore, che nasce talvolta dal Freddo della Malinconia [Fredda e Secca], è allontanato dal Calore della Genziana assunta in una bevanda».

«Chi ha la febbre nello stomaco [forse vuol dire “dallo stomaco”, cioè dalla Flemma perversa], beva spesso di quella polvere nel Vino Caldo, riscaldato con Acciaio incandescente, e lo stomaco sarà guarito dalla febbre».

Matteo Plateario

[Scuola Salernitana, periodo tra l’XI e il XII secolo] Dal Liber de simplici medicinae (tratto dalla versione francese – manoscritto 12322 della Bibliothèque Nationale di Parigi.

«Genziana. È Calda e Secca nel III grado. In medicina non si usa l’erba ma la radice che si raccoglie alla fine della Primavera e che si fa essiccare. La si può conservare tre anni. Bisogna sceglierla soda, integra, senza buchi [provocati da parassiti!], di colore giallo e che non tenda a ridursi in polvere. La Genziana ha la Virtù di attirare, consumare e liberare/pulire gli Umori e aprire i condotti. È diuretica.

Contro la difficoltà della respirazione chiamata asma (quando il malato ne soffre da tempo), somministrare la polvere di Genziana (radice) con Vino e Acqua d’Orzo. Si può preparare un Elettuario (1) con succo  di Liquirizia [si tratta del succo di Liquirizia condensato, uguale a quello moderno] e Miele.

O meglio ancora ungere il petto, nella zona delle costole e somministrare del Vino con polvere di Genziana e Unguento Dialthea [composto con le mucillagini estratte di Altea, Lino, Fieno Greco, in una massa unguentacea formata da Olio di Oliva o Sesamo Cera d’Api, Trementina, Gomma di Edera, resina di Galbano; poteva contenere anche Scilla e midollo bovino], da somministrare con i pasti o con pane caldo. Se il caso non è disperato, il paziente guarirà.

Contro l’epilessia, somministrare della polvere [della radice] di Genziana con succo di Pigamo [secondo alcuni commentatori moderni potrebbe essere il Peganum harmala, Nitrariaceae, ma che nasce nell’India orientale; contiene alcaloidi MAO-inibitori; secondo altri si tratterebbe del Thalictrum flavum, Ranuncolacea, tossica; al punto che gli animali al pascolo lo evitano accuratamente!].

Contro i morsi delle bestie velenose: copri re le piaghe con polvere di radice di Genziana e berla con succo di Menta.

Per favorire l’espulsione del feto morto o della placenta, si consiglia di introdurre un suppositorio vaginale composto di polvere di radice di Genziana e succo di Artemisia o applicare tale polvere dispersa nel Vino o nella Trementina».

Fonte: L’Erborista n.2/2017, pag. 46 a 49

Condividi:
Giudica quest'articolo

Questo contenuto è stato aggiunto dalla nostra redazione. L'autore è citato, qualora fosse presente alla fonte, nell'articolo stesso. Leggi il disclaimer in fondo sulla destra della pagina accanto alla dicitura - Copyright Infothe 2016 - e se per qualsiasi motivo volessi chiederci la revisione dell'articolo scrivici tramite il tasto "contattaci" spiegandoci le motivazioni.

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.